Analisi Fondamentale Mercati Finanziari 20 Ottobre 2017

Si tratta di un venerdì più agitato del solito, in quanto sono presenti in calendario alcuni eventi che contribuiranno a scatenare i mercati finanziari.

La Presidente della Federal Reserve Janet Yellen terrà un discorso intitolato “Politica monetaria dalla crisi finanziaria” alla conferenza memoriale Herbert Stein venerdì alle 19:30 ET (23:30GMT).

Le sue osservazioni saranno attentamente monitorate per cercare di estrapolare qualsiasi possibile nuova visione della politica monetaria da parte della Fed.

La Yellen ha già affermato che la Fed ha ancora intenzione di aumentare i tassi a dicembre, nonostante la persistente prospettiva di inflazione.

Verranno fatte domande alla Yellen anche circa l’incontro con il presidente Usa Donald Trump di giovedì, in quello che è stato considerato l’ultimo round di interviste tra i candidati alla posizione di Presidente della Federal Reserve.

Il quotidiano “Politico” ha riferito giovedì che Trump è più incline al governatore della Fed Jerome Powell come il prossimo capo della banca centrale, implicando una continuazione dell’attuale regime della politica monetaria.

Un funzionario della Casa Bianca ha affermato mercoledì che la decisione sarebbe stata fatta nei “giorni a venire” e il presidente dovrebbe formalizzare l’annuncio prima di andare in Asia il 3 novembre.

Approvazione del budget da parte del senato porta il Dollaro al rialzo

Il Senato degli Stati Uniti ha approvato un progetto di bilancio per l’anno fiscale 2018, che apre la strada ai repubblicani per ottenere un pacchetto fiscale senza supporto democratico.

Con un voto di 51 a 49, il senato controllato dai repubblicani ha votato per la misura di bilancio durante la sessione di giovedì, che incrementerà fino a 1,5 trilioni di dollari il disavanzo federale nel prossimo decennio, per pagare i tagli fiscali proposti.
La notizia ha spinto il dollaro più in alto contro le altre principali valute durante la giornata di venerdì. Alle ore 10: 00GMT, l’indice del dollaro americano, che misura la forza del dollaro su un paniere di sei valute principali, è salito allo 0,40% a 93,37.

Titoli Azionari Globali al Rialzo

Gran parte dei titoli azionari mondiali hanno avuto ottime performance durante la sessione di venerdì dopo che la notizia che il senato USA ha votato in maniera favorevole sul budget, rendendo gli investitori molto ottimisti grazie al fatto che ormai sembra che le riforme delle tasse siano in arrivo.

I futures USA stanno puntando a livelli superiori, in quanto gli investitori sono molto concentrati sui nuovi dati dei guadagni di General Electric, sulle prossime dichiarazioni della Yellen e sul rilascio delle vendite di case in USA.

NASDAQ, S&P500 e DOW sono tutti indici che sono saliti di poco meno di mezzo punto percentuale.

In Europa, i titoli sono andati anch’essi al rialzo in quanto una serie di rapporti sui profitti sono risultati alquanto positivi.

Tuttavia, i titoli azionari spagnoli sono rimasti alquanto sotto pressione a fronte di una riunione del governo già il prossimo sabato, che potrebbe spianare la strada alla sospensione dell’autonomia della Catalogna da parte della Spagna.

L’azionario asiatico è andato al rialzo durante la sessione di venerdì, anche se il Nikkei ha mostrato una certa titubanza, a causa delle elezioni di Domenica.

Petrolio: prese di profitto in arrivo

Il Petrolio Greggio potrebbe a breve vedere una serie di prese di profitto durante la sessione di venerdì, in quanto i trader hanno deciso di prendere profitto dopo ben due settimane di guadagni all’interno dei mercati finanziari.

Un report settimanale da parte della Energy Information Administration rilasciato durante la giornata di mercoledì, ha mostrato che le riserve di benzina sono salite per la quarta settimana di fila, mentre i distillati (diesel, e gasolio da riscaldamento) sono incrementati per la prima volta da agosto.

Tuttavia, il fatto che l’OPEC possa estendere l’accordo per l’approvvigionamento globale potrebbe consentire di supportare i prezzi durante questa settimana.

Senza dubbio i player nel mercato continueranno a controllare la produzione di shale da parte degli USA.

Giappone in fase di votazione

In Giappone ci saranno le votazioni il 22 ottobre, con sondaggi che suggeriscono che l’attuale primo Ministro Shinzo Abe riuscirà ad ottenere una vittoria schiacciante.

Abe ha richiesto le elezioni anticipate, che potrebbero permettergli di continuare la sua leadership fino al 2021, per solidificare la sua posizione e potenziare le sue proposte per cambiare la costituzione e andare avanti con un aumento delle imposte sulle vendite.

Tuttavia, gli investitori giapponesi sono rimasti cauti nei titoli azionari poiché il sistema di voto proporzionale del paese potrebbe contribuire a sorprendere le prossime votazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *